SEMPLIFICAZIONE DEL CERTIFICATO DI PREVENZIONE INCENDI (CPI)

Il 22/9/2011 è stato pubblicato il DPR 151/2011 contenente il regolamento di semplificazione del certificato di prevenzione incendi. Il provvedimento è entrato in vigore il 7/10/2011. Il nuovo regolamento individua le attività soggette alla disciplina della prevenzione incendi ed opera una sostanziale semplificazione relativamente agli adempimenti da parte dei soggetti interessati.

Per quanto riguarda le attività di riparazione di veicoli a motore ( automobili, motocicli ecc) ivi comprese le attività di carrozzeria, elettrauto, gommista e attività specializzate, si segnala che è stato modificato il criterio di assoggettabilità al CPI, che è adesso unicamente determinato dalla superficie coperta dei locali destinati all’attività; pertanto tutte le officine con superficie superiore a 300 mq sono soggette al CPI – rispetto alla normativa precedente non si fa più riferimento alla detenzione di 9 autoveicoli.

Per i gommisti si segnala che l’obbligo del CPI scatta anche se si detiene in deposito un quantitativo di pneumatici superiore a 10.000 KG in massa, pur in presenza di un locale con superficie inferiore a 300 mq.

Viene introdotto l’obbligo del CPI per le attività di demolizione di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3000 mq.

Le officine che per effetto di tale modifica normativa, rientrano nell’obbligo di dotarsi del CPI dovranno provvedere entro il 7 ottobre 2012 usufruendo della procedura semplificata prevista da questo decreto.

Le officine già in possesso del CPI procederanno al rinnovo alla naturale scadenza.