LA FORMAZIONE NEL NUOVO ACCORDO STATO‐REGIONI

Dopo molti mesi finalmente il 21 dicembre 2011 è stato siglato l’accordo Stato‐Regioni che disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori e delle lavoratrici, dirigenti e preposti ai sensi dell’art. 37 del D. Lgs. n. 81/2008.

INFORMAZIONE AI LAVORATORI

Ciascun datore di lavoro deve provvedere affinché ciascun lavoratore riceva un’informazione adeguata.
Tale Informazione viene svolta secondo quanto indicato dall’art. 36 del D. Lgs. 81/2008 e non deve essere confusa con la formazione (art. 37) prevista dal nuovo Accordo Stato‐Regioni del 21 dicembre 2011. Il decreto prevede anche che ti po di formazione può essere svolta in e-learning (da non confondere con la FAD: Formazione A Distanza).

Schematizzando:

resizedimage600311-Schermata-12-2455923-alle-16.17.14
resizedimage600146-Schermata-12-2455923-alle-16.17.35
resizedimage600203-Schermata-12-2455923-alle-16.17.44
resizedimage600286-Schermata-12-2455923-alle-16.17.56
resizedimage600433-Schermata-12-2455923-alle-16.18.15

FONTE: AiFOS (Associazione Italiana Formatori Sicurezza sul Lavoro)

Il nuovo Accordo Stato Regioni oltre ad essere un obbligo di legge (sanzioni penali o amministrative da € 1200,00 a € 5300,00 a persona non formata) è una buona occasione per fare il punto della situazione e riorganizzare la formazione alla sicurezza.

Contatta SIRIA srl per un’analisi del fabbisogno formativo!

 

Vedi codici ATECO 2002/2007