Lavori che prevedono la Sorveglianza Sanitaria

A seguito della Valutazione dei rischi il Datore di Lavoro è in grado di sapere se è necessario nominare un medico competente per la propria azienda.

A titolo di esempio elenchiamo qui di seguito un riepilogo dei principali lavori che di norma prevedono la nomina del medico competente e la sorveglianza sanitaria per i lavoratori: 

Normalmente rientrano nelle categorie sopra indicate, a vario titolo, i seguenti lavori più diffusi:

addetto lavasecco, addetto macchine utensili con uso di olii da taglio, addetto macchine utensili a secco, addetto pulizie, addetto edilizia, addetto alla produzione di manufatti di vetroresina, asfaltista, autoriparatore, benzinaio, calzolaio addetto all’incollaggio, carpentiere, carrozziere, decoratore doratore, elettricista di “cantiere”, elettrauto, fabbro, falegname, finissaggio con uso di solventi e all’uso di macchine rumorose, fonditore, fognatore, fotoincisore, galvanista, idraulico di “cantiere”, imbianchino verniciatore, impiegati addetti all’uso di videoterminale per oltre 20 ore alla settimana, magazziniere se esposto a movimentazione manuale dei carichi, marmista, meccanico, muratore, pellettiere, personale sanitario e dei laboratori, pulitore di metalli, sbavatore, saldatore, serramentista (se rumore e movimentazione manuale dei carichi), smaltitori di rifiuti, tessitore-filatore, tintore, addetto finissaggio, tornitore, fresatore, tranciatore, verniciatore, etc.

Se l’azienda esegue almeno una delle lavorazioni indicate, il Datore di Lavoro deve nominare il Medico Competente aziendale che eseguirà la sorveglianza sanitaria per i lavoratori esposti (compresi i minori di 18 anni, anche se apprendisti).

Contattaci per un preventivo